Teatro moderno

 

  In data 11 giugno 2016 siamo felici di comunicare che alla serata di premiazioni del concorso "Piccoli palcoscenici" presso il Teatro Momo di Mestre il gruppo di Teatro moderno del Liceo Tito Livio con il testo Tragedy or comedy? This is the question! (omaggio a William Shakespeare) ha ricevuto il premio del pubblico come migliore spettacolo tra i 12 finalisti.

 Un grazie speciale ai giovani del gruppo e ai loro organizzatori.

 Scarica la locandina.

 

PRESENTAZIONE GENERALE

Non solo conoscere o vedere “teatro”, ma “fare teatro”: in questo consiste l’attività del Laboratorio di teatro moderno del Liceo Tito Livio.

A tutti gli effetti è un’attività didattica complementare al curriculum scolastico degli studenti, con la quale gli alunni integrano, in altri casi apprendono ex novo tematiche letterarie o modalità espressive del teatro italiano e mondiale.

Il Laboratorio, attivo nel liceo ormai da 20 anni, coniuga l’esigenza di contribuire alla formazione della persona-studente con il bisogno dei giovani di conoscere se stessi e di socializzare.

All’attività inserita nel P.O.F. dell’istituto aderiscono studenti dai 14 ai 18 anni di ogni sezione. Il ciclo di lezioni annuali da ottobre a giugno, scandite in due pomeriggi settimanali di due ore ciascuno per un totale di più di 100 ore,  è pari a quello di una disciplina di insegnamento.

I testi letti, analizzati e poi rielaborati per le esigenze sceniche variano dal repertorio classico italiano (Goldoni-Pirandello-Raboni…) a quello mondiale, arrivando fino ad autori contemporanei (H.Pinter). La rilettura di tematiche a sfondo sociale o storico si alterna al puro divertissement (quale quello offerto dalle commedie di G. Feydeau).

A seguito della produzione scenica di fine anno, con la partecipazione a rassegne, concorsi o a momenti istituzionali celebrativi (quest’anno la “giornata della commedia dell’arte” al Teatro Verdi di Padova) gli studenti incontrano altri gruppi, si confrontano in attività laboratoriali con alunni di altri istituti o con realtà lavorative del settore: i più meritevoli vengono segnalati per partecipare a stage estivi teatrali (anche quest’anno studenti del liceo iscritti al laboratorio hanno aderito all’Etoile Summer School di Reggio Emilia).

Spettacoli prodotti dal 2007:

2007-2008     L’ultima recita di Sara 

2008-2009     Party time

2009-2010     Sarto per Signora        

2010-2011     Storia d’amore e di libertà

2011-2012     Ritagli di vite in rosa  - Un povero…misero..avaro

2012-2013     Il povero Piero - Le leggi di Antigone

2013-2014     Lei, lui e … Ortensia - Un nuovo ordine del mondo

2014-2015     Contest commedia dell’arte - Happiness ? It’s up to you!   (presentato al FestivalLab       

                      di Novellara in anteprima e al Piccolo Teatro Don Bosco di Padova il 28 maggio 2015 

                      ore 21).

Regista e responsabile del laboratorio: prof. Mauro Bertulli.

Docenti di riferimento e collaboratori al progetto: prof.ssa Alba Antona e prof.ssa Tiziana Tuccio.

 -------------------------------------------------------------

 Un sogno,una lacrima,una realtà: questo è il titolo che il Laboratorio di Teatro moderno ha scelto per la stagione 2015-2016.

 

 La storia della Grande Guerra si snoda in percorsi di quadri scenici, dove Voci narrano gli eventi e Uomini  e Donne appaiono nel loro ruolo di protagonisti.  Grazie ai racconti, alle testimonianze, alle immagini  degli anni della Grande  Guerra i personaggi mostrano i drammatici momenti al fronte, la difficile vita in città,  partendo dal giorno in cui al Liceo Tito Livio giunge la notizia dell’ingresso in guerra: giovani professori e studenti appena diciottenni partono animati da spirito patriottico.

 Non sarà una celebrazione delle vittorie nazionali,  ma il ricordo dei drammi familiari,  del coraggio dei soldati, della forza delle donne che hanno guardato avanti,  per tornare a vivere le gioie del tempo di pace. In questi anni in cui le stragi e il terrorismo minano il vivere quotidiano il Laboratorio ha scelto di dare voce all’umanità di giovani in veste di soldati inesperti destinati a morire o di crocerossine,  madri e mogli che si inventano lavori tradizionalmente maschili o espedienti per sfamare i figli orfani.

 L’Europa affronterà un nuovo dramma bellico pochi anni dopo in nome di ideali imperialistici:  il nostro auspicio invece è che il tempo della pace non abbia mai fine. 

 

 

 

__Trasparenza

 

Pubblicità legale

 

___Biblioteca